Impianti trattamento acque prima pioggia

La Sinigaglia Mario produce Impianti trattamento acque prima pioggia sia in continuo che in discontinuo (accumulo e rilancio). Le vasche di prima pioggia sono usate per il trattamento delle acque di prima pioggia e per la depurazione delle acque meteoriche di dilavamento.
Le quantità di acqua piovana precipitata nei primi 15 minuti dell’evento meteorico sono definite “acque di prima pioggia”. Il valore di riferimento viene stabilito pari a 5 mm di evento piovoso, uniformemente su tutta la superficie interessata.

La Sinigaglia Mario per il trattamento delle acque di prima pioggia utilizza apposite vasche prefabbricate in calcestruzzo armato vibrato. Le vasche possono essere rettangolari o cilindriche e sono atte alla posa interrata anche nel caso di transito pesante.

L’impianto di prima pioggia MS Sinigaglia Mario sono disponibili per superfici di tutte le dimensioni.Si dividono in due linee di prodotto:

  1. Impianto di trattamento prima pioggia in discontinuo (ACCUMULO + RILANCIO+ DISOLEATORE)
  2. Impianti trattamento prima pioggia in continuo 

Gli Impianti trattamento acque prima pioggia in DISCONTINUO sono composti essenzialmente da:

  • Pozzetto scolmatore con funzioni di deviatore delle acque piovane
  • Accumulo costituito da una o più vasche monolitiche di corredate di elettropompa programmabile
  • Sistema di trattamento con dissabbiatore disoleatore corredato di filtro a coalescenza a norme UNI EN 858
  • Un quadro elettronico di controllo PLC con sensore pioggia, temporizzatori, segnalazioni.

Le acque meteoriche di dilavamento arrivano al pozzetto scolmatore iniziale attraverso la rete di collettamento (griglie e caditoie). Da qui confluiscono verso il vano di accumulo che una volta riempito viene bloccato all’ingresso da una valvola automatica. Le successive acque (di seconda pioggia) vanno direttamente dal pozzetto scolmatore verso il corpo recettore finale (fosso, fiume, suolo,ecc).

Impianti trattamento acque prima pioggia

L’inizio dell’evento piovoso è rilevato da un  sensore elettronico di pioggia che segnala al quadro elettronico sia l’inizio che la fine della pioggia. Dopo un tempo prestabilito  dalla fine dell’evento piovoso, si avrà l’attivazione in automatico della/e elettropompa/e sommerse.

Tale pompa invierà in portata prefissate (per non sovraccaricare la rete di scarico), l’acqua da trattare alla fase di depurazione. Qui avverrà il trattamento delle particelle solide sedimentabili, di quelle leggere e la separazione degli oli/idrocarburi presenti con un sistema meccanico di ritenuta che, coadiuvato da un sistema fisico di gravità ed infine da un filtro a coalescenza, permette di inviare all’uscita dell’impianto acque conformi alla normativa vigente.

Nel caso di nuovo evento piovoso (o di disgelo) durante il trattamento, il sensore comunicherà il nuovo evento piovoso, azzerando quindi il programma in corso e resettando il ciclo.Dove richiesto il sistema è integrabile con contatore elettromagnetico di portata ad uso fiscale, pozzetti di campionamento a norma, trattamenti secondari di depurazione per attività particolari.

Impianti trattamento acque prima pioggia in CONTINUO

Impianti trattamento acque prima pioggia in continuo sono adatti al trattamento delle acque meteoriche in maniera diretta, ovvero in maniera continua. Possono essere disponibili Impianti di Prima Pioggia in continuo con By-pass (composto da pozzetto scolmatore iniziale e vasca disoleatore-dissabbiatore). In alternativa sono disponibili Impianti di trattamento acque di prima pioggia totalmente in continuo, ovvero tutte le acque in arrivo, indipendentemente dall’evento piovoso in corso vengono completamente trattate dall’impianto. Ció garantisce un totale trattamento di tutte le acque, e sono disponibili vasche di prima pioggia con trattamento normalizato sino a 500 l/s di portata. Il dimensionamento dell’impianto trattamento acque di prima pioggia avviene in base ai dati comunicati dal committente, ed in particolare dai dati di partenze quali estensione della superficie (parcheggio, piazzale, aree etc) uniti agli altri parametri ed in base alla normativa. Il funzionamento della vasca prima pioggia consiste in una o piú  vasche monoblocco con le varie fasi di trattamento al loro interno. Tipicamente l’impianto di trattamento acque di prima pioggia consiste in un vano di ingresso con relativo vano di calma e raccordo. Successivamente le acque vengono convogliate in una fase di dissabbiatura gravimetrica (dissabbiatura primaria e secondaria) dove le particelle piú pesanti quali sabbie solidi sospesi totali etc vengono a depositarsi sul fondo. Successivamente le acque vengono avviate al vano disoleatore gravimetrico dove avviene la separazione di oli idrocarburi; la disoleatura continua con la separazione di liquidi leggeri, grazie ad una filtrazione a coalescenza e/o con pacchi coalescenti lamellari. Le acque reflue cosí depurate vengono avviate al pozzetto di ispezione e campionamento finale. Tutti gli Impianti trattamento acque prima pioggia sono certificati CE e rispetta le normative UNI EN 858-1 ed UNI EN 858-2 e vengono corredati della relativa dichiarazione di prestazione d’opera.

Contattateci senza impegno per un preventivo. Siamo a disposizione per qualsiasi esigenza.


Si prega di lasciare vuoto questo campo.
*Autorizzo al trattamento dei miei dati personali nel rispetto del D.lgs. 196/03